Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2598

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2598

../2597 ../2599 IncludiIntestazione 5 dicembre 2015 100% Saggi

2597 2599

[p. 326 modifica] e acquistano l’abito di giudicare da se generalmente parlando, pure, in quanto alle sensazioni materiali, difficilmente possono mancare di acquistarlo, essendo cosa di cui tutti gli spiriti sono capaci. Nondimeno anche questo va in proporzione degl’ingegni e della maggiore o minore conformabilità, ed io ho espressamente veduto uomini di poco o poco esercitato talento, durar lunghissimo tempo a compiacersi di saporacci e alimentacci ai quali erano stati inclinati nella fanciullezza. E ho veduto pochi uomini il cui spirito dalla fanciullezza in poi abbia fatto notabile progresso, pochi, dico, n’ho veduti, che anche intorno ai cibi non fossero mutati quasi interamente di gusto da quel ch’erano stati nella puerizia. [p. 327 modifica]Ben potrebbono tuttavia esser poco conformabili i sensi esteriori, o qualcuno de’ medesimi, in un uomo di conformabilissimo ingegno. Ma si vede in realtà che questo accade di rado e per lo piú la natura degli individui (come quella delle specie, e dei generi e come la natura universale) si corrisponde appresso a poco in ciascuna sua parte.