Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3122

../3121 ../3123 IncludiIntestazione 4 dicembre 2016 100% Saggi

3121 3123

[p. 195 modifica] oltre all’aver potuto congiungere l’interesse che deriva dalla virtú felice con quello che deriva dalla virtú sventurata (il che non si poteva fare se non dividendo i soggetti dell’una e dell’altra, perocché, accumulando l’una e l’altra in un soggetto solo e facendo che di sventurato divenisse felice, o di felice terminasse nella sventura, l’uno e l’altro interesse sarebbe stato imperfettissimo e debolissimo, e distruttivo l’uno dell’altro, per modo che, finita la lettura, l’un solo di essi sarebbe rimasto come accade, per [p. 196 modifica]esempio, nelle cosí dette, assurde tragedie, di lieto fine1); oltre, dico, all’aver potuto mettere in moto nel suo poema ambedue quegl’interessi che fortissimamente operano nell’uomo e grandissimo piacere gli recano, e sono poetichissimi, cioè la maraviglia della virtú superante ogni ostacolo ed ottenente il suo fine, interesse che in quei tempi principalmente era di gran forza, e la compassione della somma virtú caduta in somma e non medicabile né consolabile calamità;

Note

  1. Veggasi la p. 3448, segg., e in particolare 3450-1.