Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/329

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 329

../328 ../330 IncludiIntestazione 16 settembre 2009 100% Saggi

328 330

[p. 394 modifica] diretti presso gli uni ad ingrandir quasi la natura ed eccitare le grandi immagini, sentimenti ec., presso gli altri o al semplice sollazzo o all’addestramento militare. Cosí che quelli andavano alla sorgente universale delle grandi imprese, questi si fermavano ad un mezzo particolare. E questa differenza è anche piú notabile in ciò che gli spettacoli greci erano eseguiti da uomini liberi per amor di gloria. Quindi l’effetto favorevole all’entusiasmo, l’eccitamento, l’emulazione, gli esercizi preparatorii ec. Gli spettacoli romani erano eseguiti da’ servi. Quindi non altro effetto utile che l’avvezzar gli occhi e l’animo agli spettacoli e pericoli della guerra: utilità parziale e secondaria, non generale e primitiva come l’altra. Nel che forse si potrà anche notare la differenza tra un popolo libero e padrone, e un popolo libero bensí, ma non padrone, se non di se stesso, com’era il greco. Vedi p. 360, capoverso 2.


[p. 395 modifica]*   Quello che ho detto altrove della necessità di una persuasione per le grandi imprese è applicabile soprattutto alla massa del popolo, e combina con quello che dice Pascal che l’opinione è la regina