Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3352

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3352

../3351 ../3353 IncludiIntestazione 28 settembre 2017 100% Saggi

3351 3353

[p. 335 modifica]


*    Nisi me omnia fallunt, il verbo meditor è un verissimo e perfettissimo continuativo di medeor. Continuativo pel significato, e continuativo per la forma e la derivazione.

Medeor non ha participio in us che sia usitato, ma secondo l’analogia il suo vero e regolare participio in us è meditus. E ch’egli ora non l’abbia non fa meraviglia. Innumerabili sono i verbi che piú non l’hanno, e che l’hanno solamente irregolare, i cui participii in us, o i cui participii in us regolari, sono stati da me [p. 336 modifica]dimostrati o si potrebbero dimostrare col mezzo de’ continuativi o frequentativi che ne derivano, o con altri mezzi, benché essi participii sieno altronde affatto inusitati. Similmente ho dimostrato piú participii in us (o supini) di verbi che n’hanno un solo oggidí, o tre participii di verbi che n’hanno oggidí soli due ec.

Medeor si fa derivare da μέδω o μεδέω regno, impero, perché il medico dee comandare. Misera e forzatissima etimologia. Tengo per indubitato che medeor non è altro se non il verbo μήδομαι curo, curam gero; verbo greco