Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3663

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3663

../3662 ../3664 IncludiIntestazione 5 dicembre 2015 100% Saggi

3662 3664

[p. 93 modifica] corruzione era naturale e inevitabile. [p. 94 modifica]Dico che tutte le dette invenzioni, usanze ec. che si trovano esser comuni a tutti o alla piú parte de’ popoli, ebbero una origine sola (o il caso, o qualunque altra ch’ella si fosse); che una sola volta furono dagli uomini superate le immense difficoltà che la natura a tali invenzioni ec. opponeva; ch’elle si propagarono insieme coll’uman genere; che i piú selvaggi popoli che fino al dí d’oggi si trovino nelle piú remote isole e piú divise da ogni commercio, erano, quando in esse si recarono, già notabilmente corrotti, e portarono seco le dette invenzioni ec. che lor sono comuni con tutti gli altri popoli, perché tutti gli altri ancora dalla medesima fonte derivarono, e dal medesimo luogo e nazione ebbero quei tali usi e cognizioni ec., e non perché queste nascessero tante volte quanti sono e furono i popoli della terra che le posseggono e possederono. Se l’uso del fuoco è comune a tutti i popoli, io dico che la sua origine fu sola una. Se la navigazione è comune anche a moltissimi selvaggi e barbari che da tempo immemorabile fino agli ultimi secoli