Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/4056

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 4056

../4055 ../4057 IncludiIntestazione 8 dicembre 2016 100% Saggi

4055 4057

[p. 435 modifica] scrittori che ebbe l’italiana. Dalla piega che ella prese effettivamente si raccoglie che quando avesse progredito, la forma e l’indole che avrebbe avuta in uno stato di perfezione non sarebbe stata punto diversa dall’italiana, alla quale per conseguenza la lingua spagnuola sarebbe stata tanta piú conforme che ora per la maggior conformità di grado e di perfezione, perché ora la maggiore, anzi forse unica differenza che passi tra il genio o piuttosto la forma intrinseca di queste due lingue, si è che l’una è molto meno formata e perfezionata dell’altra, e anche men ricca, il che con la copia degli scrittori e delle materie non sarebbe stato (1 aprile 1824).


*    Moveo - moto, motito (1 aprile 1824).


*    Cessatus, participio di cesso verbo neutro. Vedi Forcellini in Cessatus e in particolare il secondo esempio paragonandolo col secondo § di Cesso (3 aprile 1824).


*    Al detto di acquistare in proposito di quisto, quaesitus ec., aggiungi lo spagnuolo aquistar. D. Quijote. Vedi i dizionarii (4 aprile, domenica di Passione; nevica, 1824).


*    Grandissima, e forse la maggior prova e segno del progresso che ha fatto negli ultimi tempi lo spirito [p. 436 modifica]e il sapere umano in generale e le scienze fisiche in particolare, è che per ispazio di quasi un secolo e mezzo, quanto ha dalla pubblicazione de’ principii matematici di filosofia naturale a’ dí nostri (1687), non è sorto sistema alcuno di fisica che sia prevaluto a quello di Newton, o quasi niun altro sistema di fisica assolutamente, almeno che abbia pur bilanciato nella opinione per un momento quello di Newton, benché questo sia tutt’altro che certo