Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/409

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 409

../408 ../410 IncludiIntestazione 16 settembre 2009 100% Saggi

408 410

[p. 451 modifica] di qua né al di là della civiltà media. Le società o barbare assolutamente, o corrotte e barbare per corruzione, sono incivilite dal cristianesimo e portate al detto stato di civiltà media. Esempio de’ popoli barbari convertiti dalla predicazione del Vangelo. All’opposto le società eccessivamente incivilite e strettamente ragionevoli, come anche gl’individui, non sono state mai cristiane. Esempio de’ nostri tempi. In luogo delle qualità dette di sopra, i distintivi di queste società sono l’egoismo, la morte, il tedio, l’indifferenza, l’inazione, la mala fede pubblica e privata, l’assenza di ogni eroismo, sacrifizio, virtú, di ogni illusione ispirata dalla natura nello stato primitivo o sviluppatasi naturalmente nello stato sociale; di ogni illusione che forma la sostanza e la ragione della vita e ch’essendo ispirata dalla natura è confermata dal cristianesimo.

8°. La detta perfezion della ragione è relativa a questa vita. Ma la ragione non può esser perfetta se non è relativa all’altra vita. Perché quel richiamarci ch’ella deve fare alla natura, e alle illusioni naturali, essendo [p. 452 modifica]un richiamo fatto dalla ragione, non può esser altro che persuasione di esse illusioni. Dopo ch’esse son conosciute, come ci torneremmo, se non