Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/597

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 597

../596 ../598 IncludiIntestazione 11 novembre 2012 100% Da definire

596 598


[p. 83 modifica] confirmat audacia: S. Girolamo (Epistolae, 126, ad Evagr.) (cosí è numerata nella mia edizione t. III, p. 31, a). Tuum certe spiritualem illum interpretem non recipies; qui imperitus sermone et scientia, tanto supercilio et auctoritate Melchisedek Spiritum Sanctum pronunciavit, ut illud verissimum comprobarit, quod apud Graecos canitur: imperitia confidentiam, eruditio timorem creat.


*    Stupeo, o stupesco, stupefacio, stupefio, stupidus ec. coi composti, non solo si sono conservati materialmente nel verbo stupire, stupefare, stupidire ec. ec. ma se ben questi sono restati nella nostra lingua seccamente e nudamente e senza il significato etimologico (che vuol dire diventar di stoppa), come infinite altre parole delle quali resta quasi il corpo e non l’anima, tuttavia la nostra lingua conserva ancora per altra parte quella prima metafora, diventar di stoppa, e l’usa familiarmente per istupire ec., sebbene non sia registrata nella Crusca (1 febbraio 1821).