Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/810

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 810

../809 ../811 IncludiIntestazione 4 dicembre 2012 100% Saggi

809 811


[p. 198 modifica] poco [p. 199 modifica]le nostre idee, e facilmente ci persuaderemo di questo ch’io dico e come, per natura universale delle cose umane, la detta facoltà sia non solo la principale e fondamentale ma necessaria e indispensabile sorgente della ricchezza, copia e potenza di qualunque lingua e della proprietà, definitezza e chiarezza dell’espressione: dico quanto alle parole (18 marzo 1821).


*    Alla p. 804. Bisogna osservare che quanto agli autori drammatici la cosa va diversamente, sí perché infinite e diversissime sono le circostanze che decidono de’ successi del teatro, massime in certe nazioni e secondo la differenza di queste; sí massimamente perché il teatro di qualunque nazione, benché abbia già il suo sommo drammatico, vuol sempre novità, anzi non domanda tanto la perfezione quanto la novità degli scritti; questa richiede sopra ogni altra cosa, a questa fa bene spesso piú plauso che ai capi d’opera dei sommi autori già conosciuti. Cosí che ad un drammatico resta sempre