Poesie (Porta)/131 - MENTRE TROVAVASI INCOMODATA UNA SIGNORA DA FORTISSIMI DOLORI L'AUTORE FECE LA SEGUENTE

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
131 - MENTRE TROVAVASI INCOMODATA UNA SIGNORA DA FORTISSIMI DOLORI L'AUTORE FECE LA SEGUENTE

../130 - Deggià che t'è vegnuu per i badee ../132 - Akmett cont i soeu duu, no avend coracc IncludiIntestazione 27 settembre 2008 75% poesie

Carlo Porta - Poesie (XIX secolo)
131 - MENTRE TROVAVASI INCOMODATA UNA SIGNORA DA FORTISSIMI DOLORI L'AUTORE FECE LA SEGUENTE
130 - Deggià che t'è vegnuu per i badee 132 - Akmett cont i soeu duu, no avend coracc

 
MENTRE TROVAVASI INCOMODATA
UNA SIGNORA DA FORTISSIMI DOLORI
L’AUTORE FECE LA SEGUENTE

Preghiera
O Maria che in del venter,
in virtù del puvion,
per noeuv mes gh’avii avuu denter
Gesù Crist come in preson,
e che infin l’è vegnuu foeura5
lassand vergin la parpoeura;
fee in manera che la possa
anch sta donna travajada
cont duu stera o trii de mossa
daj dolor vess liberada,10
ma però che no ghe sia
brus al ghicc, e così sia.