Puerili (Leopardi)/Nota/Telesilla

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Telesilla

../Abbozzi e prime stesure ../Abbozzi e frammenti IncludiIntestazione 13 aprile 2017 75% Da definire

Nota - Abbozzi e prime stesure Nota - Abbozzi e frammenti
[p. 277 modifica]

III

TELESILLA


Come è il più lungo, cosi è il più interessante di questi frammenti. È noto il sogno del Leopardi di «creare» nuovi «generi di tragedia», diversi dal tipo di quella alfieriana. Dopo questo saggio, abbandonato, non è difficile rendersi conto del come gli audaci propositi dovessero sbollire; e venire oggi a dire che per la tragedia il poeta non era nato, sarebbe ozioso. Questo idillio tragico, con tutte le sue intenzioni di semplice e schietta rappresentazione di vita campestre e di sottile psicologia, è veramente cosa che il rispetto non consente di qualificare. Ciò non ostante, la Commissione editrice del volume degli Scritti vari credè di dovere [p. 278 modifica]aggiungere al frammento verseggiato anche cinque foglietti di appunti, che sembran presi in tempi diversi e pieni di incertezze e di variazioni vaghe, tra le quali non si riesce nemmeno a raccapezzare una trama o una traccia qualsiasi, che valga a farci vedere come il Leopardi sarebbe uscito dal ginepraio in cui s'era messo. Per queste ragioni s'è creduto opportuno sopprimer del tutto codeste pagine e anche una breve noticina, relativa appunto alla Telesilla, che si trova nel citato Supplemento a tutte le mie carte. Per contrario ho dato, riordinandolo come logica voleva, un frammento in prosa, edito disordinatamente fra gli Scritti vari (p. 392) senza titolo e indicazione di sorta, ma che indubbiamente si riferisce alla Telesilla. Vedasi al riguardo A. Monteverdi, in Giornale storico della letteratura italiana, LVI, 147 sgg.