Renovatione della Chiesa/Lettere personali/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Lettere personali
lettera 20

../19 ../21 IncludiIntestazione 01 ottobre 2009 75% Cristianesimo

Lettere personali - 19 Lettere personali - 21

ALLA MOLTO MAGNIFICA MADONNA CATERINA MINERBETTI.

IN CASA.

Molto magnifica e carissima in Cristo Jesu.

Ho ricevuto la vostra lettera e ringratio voi e R.di Padri dell’orationi che per me avete fatto, che sono state accette, sentendomi per gratia di Dio bene. Pregate il Signore che, sì come gli è piaciuto a sua Bontà di restituirmi la pristina sanità, mi dia gratia ancora che io faccia la sua volontà sempre, non desiderando né appedendo a altro.

Circa a quello mi ricercate di sapere per quiete di vostra coscienza, io vi rispondo in gl’ istesso modo che io mi guiderei per me stessa. Dico perciò che se voi vi sentite quieta e che non abbiate cosa particolare che vi inquieti, ma che voi vi risolviate di far tal ricerca generale al’ anima vostra per una soddisfatione più che ordinaria, ma senza necessità alcuna, io dico che non mi parrebbe la dovessi fare; anzi dico più, che io la giudicherei grande gratia se mi sentissi quieta, però che Padri tanto inlluminati, qual m’avete detto, so quelli mi consigliassino a non farla. Ma io dico ben questo, che se voi dubitate al punto della morte non aver a esser quieta per tal conto, di non avet preso tal soddisfatione, giudico sia bene la facciate acciò, quando il Signore Dio li piacerà tirarvi a sé, possiate con quella quiete d’animo e tranquillità andarvi a riposare con lui. Di nuovo vi esorto e vi ridico che, se non avete cosa d’importanza, vi attenghiate a quello vi dicono i Padri, che ben sanno loro qual sia il meglio per voi. Pregherò, tal qual sono, il Signore vi dia lume qual sia il suo santo volere; ed il simile fate voi per me.

Saluto il Padre Michel Girolamo e lo ringratio del’ oratione à fatto per me. Noi tutte non manchiamo, sì come è nostro obbligo, raccomandarlo a Jesu acciò e facci quel frutto è il voler di Dio. Suor Maria Maddalena [Berti] vi saluta e anco Madonna Violante [Medici] sua zia, sì come fo ancora io. Con tal fine dal Signore Dio vi desidero ogni contento e gratia spirituale; non altro.

Del nostro Monastero di Santa Maria degl’ Angeli, in Borgo S. Fridiano, alli 13 di marzo 1602 [1603].

Affetionatissima in Jesu Cristo

Suor Maria Maddalena Pazzi