Rime (Guittone d'Arezzo)/Giudicare e veder del tutto fermo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giudicare e veder del tutto fermo

../Alquanto scusa l'omo dicer fermo ../Se 'l nome deve seguitar lo fatto IncludiIntestazione 13 settembre 2008 75% poesie

Guittone d'Arezzo - Rime (XIII secolo)
Giudicare e veder del tutto fermo
Alquanto scusa l'omo dicer fermo Se 'l nome deve seguitar lo fatto


[p. 251 modifica]

207

Risposta di fra Guittone: solo Dio può giudicare; l’uomo non ha se non ciò che semina.


     Giudicare e veder del tutto fermo,
amico, non perten ch’ai divin occhi;
e sovente veden san’omo ’nfermo
4e stimian palpar seta e palpian sprocchi;
     vencer creden senza ferita schermo,
ove fuggir n’è tardo avan rei stocchi.
Ciò pensando non guerr’amo guer mo,
8ché ’l corpo mio non ferro amo ’l tocchi.
     Catun recoglier de’de ch’el somenza,
ché ’l mal frutt’ha renduto el crudel seme,
11che tanto fo sementato in comenza.
     Ben fa ciascun ciò che venir po, teme,
e non che fu gran tempo; e la semenza
14a ben comun veder vorriane inseme.