Rime (Rinuccini)/Quel dolce lume, che mi gira e volve

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Quel dolce lume, che mi gira e volve

../Tu vuoi ch'io parli, Amor, della bellezza ../Altro non contempl'io se non quel sole IncludiIntestazione 22 agosto 2012 100% sonetti

Cino Rinuccini - Rime (XIV secolo)
Quel dolce lume, che mi gira e volve
Tu vuoi ch'io parli, Amor, della bellezza Altro non contempl'io se non quel sole


[p. 7 modifica]

Quel dolce lume, che mi gira e volve
     Pure in se stesso, e l’aer del bel viso
     Gentile, onesto, e l’angelico riso
     4Ch’ogni dolcezza e leggiadria involve,
È quel che vil pensieri in me risolve
     Come cereo corpo in foco miso,
     E dove lo ’ntelletto ho sempre fiso,
     8Finchè sotterra sarò trita polve.
Or ben vorrei con questa debil penna
     Consecrare il suo nome e farlo eterno,
     11Ma mancami scïenza, ingegno ed arte.
E ’l mio signor sorridendo m’accenna
     Dicendo; io veggio bene e chiaro scerno
     14Che annoverresti pria le stelle sparte.