Rime (Stampa)/Rime d'amore/LXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime d'amore

LXIII

../LXII ../LXIV IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - LXII Rime d'amore - LXIV

[p. 36 modifica]

LXIII

Conceda a lei il tempo che lo separa dalla partenza.

     Questo poco di tempo che m’è dato,
anzi di vita, avanti il partir vostro,
voi devreste, o del mondo unico mostro,
essermi pur ad or ad or a lato;
     acciò che poi, essendo dilungato
dal felice e natio terreno nostro,
prenda vigor dal vago avorio ed ostro
il mio poi, senza voi, misero stato.
     Perché, se vi partite, ed io non prenda
prima vigor da voi, converrà certo
ch’a morte l’alma subito si renda.
     E, dove al monte faticoso ed erto
d’onor poggiate, temo non offenda
questa macchia il candor del vostro merto.