Rime (Tassoni)/La Corte di Roma

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
La Corte di Roma

../Poscia che ormai sono alla cera verde ../Era nato tra i santi in ciel bisbiglio IncludiIntestazione 18 dicembre 2020 75% Da definire

Poscia che ormai sono alla cera verde Era nato tra i santi in ciel bisbiglio
[p. 316 modifica]

XXXVI

La Corte di Roma.

     La Corte è un arsenale ed una stanza
di cancheri, d’affanni e di dolore,
ove sempre si vive a crepacuore,
benché mai non si mangi a crepapanza.
    È Corte una lunghissima speranza,
Corte non ha né cortesia né amore;
ivi son due sorelle a tutte l’ore,
pochissima pietá, manco pietanza.
     Dovea Satan, se volea disperato
Giobbe vedere e di lui fare acquisto,
metterlo in corte di qualche prelato.
     Chi entra in corte, vi diventa tristo:
entra san Pietro in corte di Pilato
solo una volta, e vi rinnega Cristo.