Rime (Vittoria Colonna)/Sonetti spirituali/Sonetto I

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto I

../../Stanza XVII ../Sonetto II IncludiIntestazione 3 settembre 2010 75% Poesie

Stanza XVII Sonetti spirituali - Sonetto II


SONETTO I

 
Poichè ’l mio casto amor gran tempo tenne
   L’ alma di fama accesa, ed ella un angue
   In sen nudrio, per cui dolente or langue;
   Volta al Signor, onde il rimedio venne,


I santi chiodi omai sieno mie penne;
   E puro inchiostro il prezioso sangue;
   Vergata carta il sacro corpo esangue,
   Sicch’ io scriva per me quel, ch’ ei sostenne.
Chiamar qui non convien Parnaso, o Delo;
   Ch’ ad altra acqua s’ aspira, ad altro monte
   Si poggia, u’ piede uman per se non sale.
Quel Sol, ch’ alluma gli elementi e ’l cielo,
   Prego, ch’ aprendo il suo lucido fonte
   Mi porga umore alla gran sete uguale.