Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto LVI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto LVI

../Sonetto LV ../Sonetto LVII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

Sonetto LV Sonetto LVII


SONETTO LVI

Assai lunge a provar nel petto il gelo
   De’ nojosi pensier, ch’ apportan gli anni
   Allor er’ io, che in tenebre, e ’n affanni
   Mi lasciasti, mio Sol, tornando al Cielo.
Indegna forse fui del caldo zelo,
   Onde tu acceso apristi altero i vanni,
   Infiammando a schivar l’ ire, e gl’ inganni
   Del mondo, e spiegar teco il mortal velo.
Tu volasti leggiero, i’ sotto l’ ali,
   Che tu spiegavi, avrei ben preso ardire
   Salir con te lontana ai nostri mali.
Lassa, ch’ io non fui teco al tuo partire;
   E le mie forze senza te son tali,
   Ch’ or mi si toglie, e vivere, e morire.