Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto XVI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto XVI

../Sonetto XV ../Sonetto XVII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

Sonetto XV Sonetto XVII


SONETTO XVI

Come non depos’ io la mortal salma
   Al miglior tempo? da chi fu impedita,
   Per non volar in quella eterna vita
   L’ alma al partir dell’ altra mia ver’ alma?
Con la sua bella scorta altiera ed alma
   Nascosi gli error miei nell’ infinita
   Sua gloria, e seco all’ altra strada unita
   Aria col merto suo ben ricca palma;
Che qua giù lieta, e poi là su beata
   Soavemente dal mondo disciolta
   Coi raggi del mio Sol tutta coverta,
Al dubbio passo er’ io da lui guidata
   In terra, e ’n Ciel nel suo lume raccolta;
   Ma tanto ben appena il pensier merta.