Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto XXV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto XXV

../Sonetto XXIV ../Sonetto XXVI IncludiIntestazione 12 dicembre 2009 75% Sonetti

Sonetto XXIV Sonetto XXVI


SONETTO XXV

 
Mentre l’aura amorosa, e ’l mio bel lume
   Fean vago il giorno, e l’aer chiaro e puro
   Con largo volo, e nel cammin securo
   Mossi già l’onorate altiere piume.
La luce sparve, e ’l placido costume
   Mutò il caso infelice, acerbo, e duro,
   Che ’l sentier intricato, e ’l Cielo oscuro
   Dimostra ascoso il mio celeste lume.
Morto, il vigor, che pria sostenne l’ale,
   S’estinse; onde alla strada eccelsa e sola
   Fa che ’l desir bramoso indarno s’erga.
Rimane il nome in me sì, che ’l mortale
   Dolor vincendo, io vivo; e ’l pensier vola
   Privo d’effetto, ove il mio Sole alberga.