Ritratto di sè stesso

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Manzoni

1801 A Indice:Opere varie (Manzoni).djvu Sonetti letteratura Autoritratto Intestazione 12 aprile 2012 100% Poesie

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
[p. 723 modifica]

Capel bruno, alta fronte, occhio loquace,
     Naso non grande e non soverchio umìle,
     Tonda la gota e di color vivace,
     4Stretto labbro e vermiglio, e bocca esìle;

Lingua or spedita, or tarda, e non mai vile,
     Che il ver favella apertamente, o tace;
     Giovin d’anni e di senno, non audace,
     8Duro di modi, ma di cor gentile.

La gloria amo, e le selve, e il biondo Iddio;
     Spregio, non odio mai, m’attristo spesso;
     11Buono al buon, buono al tristo, a me sol rio.

All’ira presto, e più presto al perdono,
     Poco noto ad altrui, poco a me stesso,
     14Gli uomini e gli anni mi diran chi sono.


Altri progetti

Collabora a Wikipedia Wikipedia ha una voce di approfondimento su Ritratto di sè stesso