Saul/Atto quinto/Scena V

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto quinto

SCENA V

../Scena IV IncludiIntestazione 15 gennaio 2015 100% Teatro

Atto quinto - Scena IV

[p. 87 modifica]

SAUL

Oh figli miei!... — Fui padre. —
Eccoti solo, o re; non un ti resta
Dei tanti amici, o servi tuoi. — Sei paga,
D’inesorabil Dio terribil ira? —
5 Ma, tu mi resti, o brando: all’ultim’uopo,

[p. 88 modifica]

Fido ministro, or vieni. — Ecco già gli urli
Dell’insolente vincitor: sul ciglio
Già lor fiaccole ardenti balenarmi
Veggo, e le spade a mille.... — Empia Filiste,
10 Me troverai, ma almen da re, qui1... morto. -



Note

  1. Nell’atto ch’ei cade trafitto su la propria spada, soprarrivano in folla i Filistei vittoriosi con fiaccole incendiarie, e brandi insanguinati. Mentre costoro corrono con alte grida verso Saùl, cade il sipario.