Tempra Dio le vicende e il tutto regge

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Anton Maria Perotti

T Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Tempra Dio le vicende e il tutto regge Intestazione 16 giugno 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri


[p. 334 modifica]

ANTONIO MARIA PEROTTI.1


Tempra Dio le vicende e il tutto regge,
     Fuggendo l’orme del consiglio umano:
     Verga obbedita da lanoso gregge
     In scettro cangia a pastorello in mano.
5L’alto destino in fronte a lui si legge,
     Che ne’ fratelli suoi cercossi invano:
     L’unge il Profeta, ed il Signor l’elegge
     Dell’amato Israel duce e sovrano.
O Lambertin, gemma del picciol Reno,
     10Sei lune il gran destino in te velato
     Stette, come nel Ciel chiuso baleno:
Ma qual gloria fu mai, che invan cercato,
     Fosse lunga stagion fra stuol ripieno
     D’Eroi sì chiari, ed in te poi trovato?

Note

  1. Per l’esaltazione al Pontificato di Benedetto XIV.