Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli/Libro II/Capitolo 110

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro II - Capitolo 110

../Capitolo 109 ../Capitolo 111 IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% cristianesimo

Libro II - Capitolo 109 Libro II - Capitolo 111


ALCUNE AUTORITÀ DELLA SACRA SCRITTURA CONTRA I PIGRI, ET TRASCURATI.

Sono nella scrittura santa, la quale è come uno armario per dir cosi pieno di pretiose, et efficacissime medicine per tutte le infirmità dell’anima, sono dico, molte sentenze contra questi due vitiosi estremi, ne sarà forsi fuori di proposito riferirne alcuna in questo luogo, acciò il nostro educatore christiano confortato dalla parola di Dio, proceda lietamente et felicemente nella cominciata impresa. Salomone adunque nel libro de i suoi proverbii, che tutto è ripieno di utilissime moralità, sgridando il pigro dice cosi; ò pigro vattene alla formica, et considera le vie, et gli andamenti di quel picciolo animale, et impara ad esser savio, ella non ha duce, nè maestro, nè principe, et pur nella state si prepara il cibo, et congrega nel tempo del metere, con che possa poi nutrirsi. In sin quanto ò pigro dormirai? quando ti svegliarai dal sonno? Ecco mentre tu dormi un poco, et poi sonneggi un’altro poco, et stai con le mani giunte, ecco dico l’inopia ti arriverà addosso all’improviso, come un viandante che corre per le poste, et ti assaltarà come un’huomo armato. Volendo dir Salomone, che il pigro non havrà poi schermo, nè riparo contra la povertà, non altrimenti che un disarmato, colto all’improviso, contra un Cavaliere armato. Et seguita poi la sacra scrittura dicendo:

Ma se sarai diligente, et sollecito, verrà la messe, et la ricolta tua come un fonte, et la povertà fuggirà lungi da te; con le quali parole ci insegna il savio, che l’huomo nimico di pigritia raccoglierà frutti abondanti, et copiosi, come da un fonte. Il medesimo Salomone parlando pur del pigro in un’altro luogo dice cosi:

Passai per il campo dell’huomo pigro, et per la vigna de lo stolto, et ecco ogni cosa era ripiena d’urtiche, et le spine haveano coperta tutta la superficie, et il muro era caduto per terra, il che havendo io veduto mi posi à pensarvi nel cuor mio, et dall’esempio altrui, imparai util dottrina. In sin qui Salomone, le cui parole ci danno ad intendere, che i campi, et le vigne de gli huomini pigri diventano inculti, et selvaggi, et non rendono il frutto debito. Et quantunque lo Spirito Santo in questi, et altri simili luoghi pretenda insegnarci più alta dottrina, cioè del male stato delle anime inculte di virtù, et inselvatichite ne i vitii, nondimeno il senso literale et morale, è questo che detto habbiamo, in detestatione della pigritia, et trascuraggine di molti.