Vinto nel Cielo e debellato in Terra

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Maria Ercolani

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Vinto nel Cielo e debellato in Terra Intestazione 11 gennaio 2020 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Giuseppe Ercolani


[p. 156 modifica]

XX


Vinto nel Cielo e debellato in Terra
     Torna in battaglia l’Avversario altero,

[p. 157 modifica]

     E al gran momento di Maria primiero
     Fa quanto può celatamente guerra.
5Mira qual contra lei fiume disserra,
     Fiume, che inonda l’Universo intero:
     Ma non temer, perch’ella è in salvo, e ’l fero
     Assalitor delle sue piante atterra,
E, se nell’immortal pugna importuna
     10Dura e persiste ancor benchè respinto
     E’ angue che in lei non ha ragione alcuna
Non istupir: la Provvidenza estinto
     Non vuol l’alto litigio, acciocchè l’una
     Sempre sia vincitrice e l’altro vinto.