Amor, che stassi ognora al fianco unito

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovan Gioseffo Orsi

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Amor, che stassi ognora al fianco unito Intestazione 23 dicembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT



[p. 302 modifica]

VI


Amor, che stassi ognora al fianco unito.
     i lei, non so s’io dica o Donna, o Dea,
     Seco apparvemi un dì, che in suol fiorito,
     Fra turba di Pastori io mi sedea
5Vuo’ mostrarti (alla Ninfa Amor dicea)
     Qual fra tanti a te deggia esser gradito;
     E a lei, che in giro i vaghi rai volgea,
     Me tre volte accenar tentò col dito.
Ove segnasse Amor mai non distinse
     10La Ninfa, e andò chiedendo, e dove e quale?
     Sin che un suo dardo impaziente ei strinse.

[p. 303 modifica]

E disse il guardo tuo segua il mio strale.
     Scoccò, ferimmi, e il sangue, ond’ei mi tinse,
     Fè a lei noto il mio volto, ed il mio male.