Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Amor, Natura, et la bella alma humile

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Amor, Natura, et la bella alma humile

../Se 'l dolce sguardo di costei m'ancide ../Questa fenice de l'aurata piuma IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Se 'l dolce sguardo di costei m'ancide Questa fenice de l'aurata piuma

 
Amor, Natura, et la bella alma humile,
ov’ogn’altra vertute alberga et regna,
contra men son giurati: Amor s’ingegna
ch’i’ mora a fatto, e ’n ciò segue suo stile;

5Natura tèn costei d’un sí gentile
laccio, che nullo sforzo è che sostegna;
ella è sí schiva, ch’abitar non degna
piú ne la vita faticosa et vile.

Cosí lo spirto d’or in or vèn meno
10a quelle belle care membra honeste
che specchio eran di vera leggiadria;

et s’a Morte Pietà non stringe ’l freno,
lasso, ben veggio in che stato son queste
vane speranze, ond’io viver solia.