Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Il figliuol di Latona avea già nove

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Il figliuol di Latona avea già nove

../Ma poi che 'l dolce riso humile et piano ../Que'che 'n Tesaglia ebbe le man' sí pronte IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Ma poi che 'l dolce riso humile et piano Que'che 'n Tesaglia ebbe le man' sí pronte

 
Il figliuol di Latona avea già nove
volte guardato dal balcon sovrano,
per quella ch’alcun tempo mosse invano
i suoi sospiri, et or gli altrui commove.

5Poi che cercando stanco non seppe ove
s’albergasse, da presso o di lontano,
mostrossi a noi qual huom per doglia insano,
che molto amata cosa non ritrove.

Et cosí tristo standosi in disparte,
10tornar non vide il viso, che laudato
sarà s’io vivo in piú di mille carte;

et pietà lui medesmo avea cangiato,
sí che’ begli occhi lagrimavan parte:
però l’aere ritenne il primo stato.