Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Lasso, che mal accorto fui da prima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Lasso, che mal accorto fui da prima

../Se voi poteste per turbati segni ../L'aere gravato, et l'importuna nebbia IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Se voi poteste per turbati segni L'aere gravato, et l'importuna nebbia

 
Lasso, che mal accorto fui da prima
nel giorno ch’a ferir mi venne Amore,
ch’a passo a passo è poi fatto signore
de la mia vita, et posto in su la cima.

5Io non credea per forza di sua lima
che punto di fermezza o di valore
mancasse mai ne l’indurato core;
ma cosí va, chi sopra ’l ver s’estima.

Da ora inanzi ogni difesa è tarda,
10altra che di provar s’assai o poco
questi preghi mortali Amore sguarda.

Non prego già, né puote aver piú loco,
che mesuratamente il mio cor arda,
ma che sua parte abbi costei del foco.