Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Or ài fatto l'extremo di tua possa

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Or ài fatto l'extremo di tua possa

../Tacer non posso, et temo non adopre ../L'aura et l'odore e 'l refrigerio et l'ombra IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Tacer non posso, et temo non adopre L'aura et l'odore e 'l refrigerio et l'ombra

 
Or ài fatto l’extremo di tua possa,
o crudel Morte; or ài ’l regno d’Amore
impoverito; or di bellezza il fiore
e ’l lume ài spento, et chiuso in poca fossa;

5or ài spogliata nostra vita et scossa
d’ogni ornamento et del sovran suo honore:
ma la fama e ’l valor che mai non more
non è in tua forza; abbiti ignude l’ossa:

ché l’altro à ’l cielo, et di sua chiaritate,
10quasi d’un piú bel sol, s’allegra et gloria,
et fi’ al mondo de’ buon’ sempre in memoria.

Vinca ’l cor vostro, in sua tanta victoria,
angel novo, lassú, di me pietate,
come vinse qui ’l mio vostra beltate.