Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/L'aura et l'odore e 'l refrigerio et l'ombra

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
L'aura et l'odore e 'l refrigerio et l'ombra

../Or ài fatto l'extremo di tua possa ../L'ultimo, lasso, de' miei giorni allegri IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

L'aura et l'odore e 'l refrigerio et l'ombra
Or ài fatto l'extremo di tua possa L'ultimo, lasso, de' miei giorni allegri

 
L’aura et l’odore e ’l refrigerio et l’ombra
del dolce lauro et sua vista fiorita,
lume et riposo di mia stanca vita,
tolt’à colei che tutto ’l mondo sgombra.

5Come a noi il sol se sua soror l’adombra,
cosí l’alta mia luce a me sparita,
i’ cheggio a Morte incontra Morte aita,
di sí scuri penseri Amor m’ingombra.

Dormit’ài, bella donna, un breve sonno:
10or se’ svegliata fra li spirti electi,
ove nel suo factor l’alma s’interna;

et se mie rime alcuna cosa ponno,
consecrata fra i nobili intellecti
fia del tuo nome qui memoria eterna.