Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/L'ultimo, lasso, de' miei giorni allegri

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
L'ultimo, lasso, de' miei giorni allegri

../L'aura et l'odore e 'l refrigerio et l'ombra ../O giorno, o hora, o ultimo momento IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

L'aura et l'odore e 'l refrigerio et l'ombra O giorno, o hora, o ultimo momento

 
L’ultimo, lasso, de’ miei giorni allegri,
che pochi ò visto in questo viver breve,
giunto era, et facto ’l cor tepida neve
forse presago de dí tristi et negri.

5Qual à già i nervi e i polsi e i pensier’ egri
cui domestica febbre assalir deve,
tal mi sentia, non sappiend’io che leve
venisse ’l fin de’ miei ben’ non integri.

Li occhi belli, or in ciel chiari et felici
10del lume onde salute et vita piove,
lasciando i miei qui miseri et mendici,

dicean lor con faville honeste et nove:
- Rimanetevi in pace, o cari amici.
Qui mai piú no, ma rivedrenne altrove. -