Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Quel sol che mi mostrava il camin destro

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Quel sol che mi mostrava il camin destro

../Anima bella da quel nodo sciolta ../I' pensava assai destro esser su l'ale IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Anima bella da quel nodo sciolta I' pensava assai destro esser su l'ale

 
Quel sol che mi mostrava il camin destro
di gire al ciel con glorïosi passi,
tornando al sommo Sole, in pochi sassi
chiuse ’l mio lume e ’l suo carcer terrestro:

5ond’io son fatto un animal silvestro,
che co pie’ vaghi, solitarii et lassi
porto ’l cor grave et gli occhi humidi et bassi
al mondo, ch’è per me un deserto alpestro.

Cosí vo ricercando ogni contrada
10ov’io la vidi; et sol tu che m’affligi,
Amor, vien meco, et mostrimi ond’io vada.

Lei non trov’io: ma suoi santi vestigi
tutti rivolti a la superna strada
veggio, lunge da’ laghi averni et stigi.