Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Se mai foco per foco non si spense

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Se mai foco per foco non si spense

../Io sentia dentr'al cor già venir meno ../Perch'io t'abbia guardato di menzogna IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Io sentia dentr'al cor già venir meno Perch'io t'abbia guardato di menzogna

 
Se mai foco per foco non si spense,
né fiume fu già mai secco per pioggia,
ma sempre l’un per l’altro simil poggia,
et spesso l’un contrario l’altro accense,

5Amor, tu che’ pensier’ nostri dispense,
al qual un’alma in duo corpi s’appoggia,
perché fai in lei con disusata foggia
men per molto voler le voglie intense?

Forse sí come ’l Nil d’alto caggendo
10col gran suono i vicin’ d’intorno assorda,
e ’l sole abbaglia chi ben fiso ’l guarda,

cosí ’l desio che seco non s’accorda,
ne lo sfrenato obiecto vien perdendo,
et per troppo spronar la fuga è tarda.