Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Stiamo, Amor, a veder la gloria nostra

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Stiamo, Amor, a veder la gloria nostra

../Sí come eterna vita è veder Dio ../Pasco la mente d'un sí nobil cibo IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Sí come eterna vita è veder Dio Pasco la mente d'un sí nobil cibo

 
Stiamo, Amor, a veder la gloria nostra,
cose sopra natura altere et nove:
vedi ben quanta in lei dolcezza piove,
vedi lume che ’l cielo in terra mostra,

5vedi quant’arte dora e ’mperla e ’nostra
l’abito electo, et mai non visto altrove,
che dolcemente i piedi et gli occhi move
per questa di bei colli ombrosa chiostra.

L’erbetta verde e i fior’ di color’ mille
10sparsi sotto quel’ elce antiqua et negra
pregan pur che ’l bel pe’ li prema o tocchi;

e ’l ciel di vaghe et lucide faville
s’accende intorno, e ’n vista si rallegra
d’esser fatto seren da sí belli occhi.