Catullo e Lesbia/Varianti/4. A Lesbia - V Ad Lesbiam

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../3. Quinzia e Lesbia - LXXXVI In Quintiam et Lesbiam

../5. - VII IncludiIntestazione 23 dicembre 2015 75% Da definire

Gaio Valerio Catullo, Mario Rapisardi - Catullo e Lesbia (Antichità)
Traduzione dal latino di Mario Rapisardi (1875)
Varianti - 4. A Lesbia - V Ad Lesbiam
Varianti - 3. Quinzia e Lesbia - LXXXVI In Quintiam et Lesbiam Varianti - 5. - VII
[p. 238 modifica]

V.


Pag. 162.          Dein usque altera mille, deinde centum.

È la lezione più comune. Il Vossio sulla traccia dì buoni codici emenda:

Dein mî altera da secunda centum,

credendo così ridotta la frase e più elegante e più catulliana. Heinsio: Deinde mi altera mille deinde centum.