Chi vuol veder quantunque può Natura

Da Wikisource.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Francesco Petrarca

Indice:The Oxford book of Italian verse.djvu Poesie Letteratura Chi vuol veder quantunque può Natura Intestazione 21 settembre 2022 100% Sonetti

Questo testo fa parte della raccolta The Oxford book of Italian verse


[p. 120 modifica]
C
HI vuol veder quantunque può Natura

E ’l Ciel tra noi, venga a mirar costei,
               Ch’è sola un sol, non pur agli occhi miei,
               4Ma al mondo cieco, che vertù non cura;
          E venga tosto, perchè morte fura
               Prima i migliori, e lascia star i rei:
               Questa aspettata al regno degli Dei
               8Cosa bella mortal passa e non dura.
          Vedrà, s’arriva a tempo, ogni virtute,
               Ogni bellezza, ogni real costume
               11Giunti in un corpo con mirabil tempre.
          Allor dirà che mie rime son mute,
               L’ingegno offeso dal soverchio lume:
               14Ma se più tarda, avrà da pianger sempre.