Deh, com'sarebbe dolce compagnia

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Cino da Pistoia

XIV secolo D Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura Deh, com’sarebbe dolce compagnia Intestazione 17 luglio 2016 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime (Cino da Pistoia)


[p. 102 modifica]

     Deh, com’sarebbe dolce compagnìa
Se questa donna ed Amor e Pietate
Fossero ’nsieme in perfetta amistate
Secondo la vertù e onor disìa;
     E l’un dell’altro avesse signorìa,5
E ’n sua natura ciascun libertate,
Perchè ’l core alla vista d’umiltate
Simile fosse sol per cortesìa;
     Et io vedessi ciò, sì che novella
Ne portassi gioiosa all’alma trista!10
Voi odireste lei nel cor cantare,
     Spogliata del dolor che la conquista;
Ch’ascoltando un pensier che ne favella,
Sospirando s’è ito in lei a posare.