Due nate al dilettar chiare Sorelle

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Benedetto Menzini

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Due nate al dilettar chiare Sorelle Intestazione 16 novembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Benedetto Menzini


[p. 274 modifica]

V1


Due nate al dilettar chiare Sorelle
     Per diverso sentier passano all’alma:
     L’una vuol per l’udito aver la palma,
     L’altra offre al guardo inclite forme e belle.
5Ambo mostran dipinto e Ciclo e stelle,
     E selve e fere, ed or tempesta, or calma,
     E nave; che si frange, o si rimpalma;
     E Nochier pronti ad affrontar procelle.
L’una i colori, e l’altra i carmi adopra,
     10Ed è l’effetto a seguitar non tardo
     Dove il saggio pensier l’inviti all’opra.
Ma la Pittura esclama: ogni gagliardo
     Carme non fia, che resti a me di sopra;
     Se dell’udito è più efficace il guardo.


Note

  1. Pittura e Poesia.