Favole di Esopo/Dell'Api

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Dell'Api

../Di due Rane (2) ../Dell'Alcione IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Dell'Api
Di due Rane (2) Dell'Alcione
[p. 135 modifica]

Dell’Api. 66.


Andò uno alle celle dell’Api, quando il Padrone non v’era, nè l’Api, e si prese il mele. Come il Padrone tornò, e vide le celle vuote, stava ammirato del poco mele, che v’era, e guardava quanto ne mancava. Tornando l’Api da pascere, quando videro il Padrone alle lor celle, lo ferirono coi loro artigli. Il Padrone si voltò ad esse, dicendo. O mali animali, quello, che vi ha rubato il mele, avete lasciato andar sano, e salvo, e me che ho cura di voi mi offendete.

Sentenza della favola.

La favola dinota alcuni uomini per la lor ingnoranza lascian andare i nemici e scacciano gli amici, come loro traditori.