Favole di Esopo/Dell'Alcione

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Dell'Alcione

../Dell'Api ../Di un Pescatore IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Dell'Alcione
Dell'Api Di un Pescatore
[p. 135 modifica]

Dell’Alcione. 67.


L’Alcione è un Ucello solitario, che sempre vive in Mare, ed avendo paura delli cacciatori fa il nido negli scogli del mare. Avendo una volta fatti i suoi figliolini; avvenne, che nel Mare venne una gran tempesta quando era andato per trovar da mangiare, in tanto, che l’acque andarono sopra il nido, l’affogarono. E alla tornata disse vedendo questo. O sfortunata me, ch’ [p. 136 modifica]avendo fuggita la terra, come più sicura mi son messa in questo luogo, che era più pericoloso.

Sentenza della favola.

La favola c’insegna, che molti uomini si guardano da nemici, e poi si ritrovano amici, che sono di quelli peggiori.