Favole di Esopo/Di un Pover'Uomo, ed un Asino

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Pover'Uomo, ed un Asino

../Di un Lupo, e due Cani ../Della Pica, ed il Cocullo IncludiIntestazione 28 luglio 2016 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Pover'Uomo, ed un Asino
Di un Lupo, e due Cani Della Pica, ed il Cocullo
[p. 278 modifica]

Di un pover’Uomo, ed un Asino. 354.


Un pover’Uomo aveva solamente un Asino, e una botte di vino, e avendo maritata una sua figliuola le aveva promesso in dote tanto quanto avrebbe potuto vendere quella botte di vino, e quell’Asino. La notte seguente alle nozze, l’Asino morì, e dando dei calci nella botte, la ruppe, ed il vino si versò.

Sentenza della favola.

La favola ci vuol avvertire, che non dobbiamo fondare le nostre speranze in queste cose del Mondo, che sono sì frali.