Fiore/XXVIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXVIII

../XXVII ../XXIX IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

XXVII XXIX

 
L’Amante

 Gelosia fece fondar un castello
Con gran fossi d’intorno e barbacani,
Ché molto ridottava uomini strani,
Sì facev’ ella que’ di su’ ostello;4

 E nel miluogo un casser fort’ e bello,
Che non dottava a[s]salto di villani,
Fece murare a’ mastri più sovrani
Di marmo lavorato ad iscarpello;8

 E sì vi fece far qua[t]tro portali
Con gran to[r]ri di sopra imbertescate,
Ch’unque nel mondo non fur fatte tali;11

 E porte caditoie v’avea ordinate,
Che venian per condotto di canali:
L’altr’ eran tutte di ferro sprangate.14