Gli occhi vostri gentili e pien d'amore

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Cino da Pistoia

G Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu Sonetti Letteratura Gli occhi vostri gentili e pien d'amore Intestazione 15 luglio 2016 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime (Cino da Pistoia)


[p. 63 modifica]

     Gli occhi vostri gentili e pien d’amore
Ferito m’hanno col dolce guardare,
Sì ch’io sento ogni mio membro accordare
A doler forte perch’io non ho ’l core;
     Chè volentieri ’l farei servidore5
Di voi, donna piacente oltre al pensare.
Gli atti e sembianti e la vista che appare
E ciò ch’io veggio in voi mi par bellore.
     Come potea di umana natura
Nascere al mondo figura sì bella10
Com’ sete voi? Maravigliar mi fate!

[p. 64 modifica]

     E dico nel mirar vostra beltate
— Questa non è terrena creatura:
Dio la mandò dal ciel; tanto è novella! —