Guida della città e provincia di Bergamo/Acque minerali

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Acque minerali

../Escursioni nella provincia ../Indirizzi IncludiIntestazione 11 dicembre 2018 100% Da definire

Escursioni nella provincia Indirizzi
[p. 70 modifica]

ACQUE MINERALI.


Trescore. — A 16 Chilometri da Bergamo, ed a tre Chilometri dalla Stazione di Gorlago, sulla ferrovia di Bergamo-Brescia, vi è Trescore grosso Borgo all’ingresso della Valle Cavallina con 2800 abitanti.

Vi sono sei sorgenti d’acque minerali che sortono da un terreno calcare-marnese. Il Comune di Bergamo è proprietario fino dal 1553 delle fonti S. Pancrazio, e Nuova, e [p. 71 modifica]dello Stabilimento. La cura si fa in fanghi, bagni, doccie e bibita. Quest’acqua agisce specificamente come le solforose saline fredde, ma sopratutto come jodurata.

S. Pellegrino. — A 22 Chilometri da Bergamo, nella Valle Brembana, per ottime strade provinciali, sta S. Pellegrino, bel paese di circa 900 abitanti. Vi sono due fonti abondantissime. Si usa per bibita e per bagni e doccie. Frank le proclama in Italia le uniche rivali di quelle di Vichy. Qualità: salino-iodurate.

S. Omobono. — Dista Chilometri 19 da Bergamo, nella Valle Imagna. La strada carrozzabile giunge sin presso al Comune di Mazzoleni, nel cui territorio è la fonte. Non si usa che per bevanda, per la scarsità della polla (943 litri al giorno). Qualità solforosa-salina. Efficacissima negli erpetismi. Vi difettano alberghi ed alloggi.

Ponte Giurino o Valbrunone. — Da pochi anni vi fu scoperta una fonte di qualità quasi identica a quella di S. Omobono. Ponte Giurino è a 12 Chilometri sulla stessa strada che conduce a S. Omobono. Vi si trova ottimo alloggio, buona tavola, ed amenissimi contorni montanini.

Zogno. — Da pochi anni vi si è trovata, a poche centinaia di metri dal Comune, una polla d’acqua ferruginosa. È già [p. 72 modifica]frequentata e il paese offre ottime condizioni ai visitatori.

Altre fonti minerali o poco note, o di efficacia non ancora accertata, esistono nella provincia. Incominciano però ad esser frequentate le acque di Zogno (Valle Brembana) ferruginose. Hanno fonti, Torre de’ Roveri, presso Pedrengo, a pochi Chilometri, da Bergamo, pure ferruginose. Gromo ha pure polle d’acque ferruginose, assai abbondanti, nè note, nè frequentate.