Il Parlamento del Regno d'Italia/Paolo Emilio Imbriani

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Paolo Emilio Imbriani

../Francesco Raffaele Curzio ../Tullo Massarani IncludiIntestazione 2 luglio 2019 75% Da definire

Francesco Raffaele Curzio Tullo Massarani
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della serie Il Parlamento del Regno d'Italia


Paolo Imbriani.

[p. 847 modifica]



Uomo di lettere distintissimo, e patriota egli pure, dei più provati e più caldi. Ha sofferto per la causa nazionale, ed esigilo. Al pari dei suoi amici e concittadini, i Settembrini, i Poerio e gli Spaventa, ha, [p. 848 modifica]malgrado gli aguzzini delle galere borboniche, conservata tutta la sua devozione all’Italia, e è riuscito finalmente, a vedere coronato di successo e realizzato il più ardente dei suoi desideri.

La patria ha tenuto conto all’Imbriani delle sue nobili qualità, e di quanto egli aveva sofferto a cagione di lei; quindi si è concesso all’illustre scienziato, una cattedra, dall’alto della quale, egli potrà far udire nobili ed elevate parole ai suoi allievi, che diverranno così più degni figli d’Italia. Egli è pure a buon dritto, che il professore Imbriani siede nell’augusto consesso senatoriale.