Il fior che 'l valor perde

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Boccaccio

XIV secolo F Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu ballate Letteratura Il fior che 'l valor perde Intestazione 6 ottobre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime scelte di poeti del secolo XIV/Giovanni Boccacci


[p. 294 modifica]

     Il fior che ’l valor perde,
Da che qui cade, mai non si rinverde.
     Perdut’ho ’l valor mio,
E mia bellezza non sarà com’era;
5Però ch’è van desìo,
Chi perde il tempo e d’acquistarlo spera;
Io non son primavera
Ch’ogni anno si rinnova e fassi verde.

[p. 295 modifica]

     Io maledico l’ora
10Che ’l tempo giovenil fuggir lasciai;
Femmina essendo, ancora
Essere abbandonata non pensai:
Non si rallegra mai
Chi ’l primo fiore del primo amor perde.
15     Ballata, assai mi duole
Ch’a me non lice di metterti in canto:
Tu sai ohe ’l mio cor suole
Vivere con sospiri doglia e pianto:
Così starò fin tanto
20Che ’l foco di mia vita giunga al verde.