La Cicceide legittima/I/LXXXII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

LXXXII ../LXXXI ../LXXXIII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - LXXXI I - LXXXIII
[p. 42 modifica]

Nel medesimo Soggeto.

lxxxii.

STupisce ogn’un, che vi contempla, e vede
     Di sì material corporatura,
     Ch’un Genitor di gracile struttura
     4Non ha per ordinario un grasso erede;
Quindi avvien, che qualcun sospetta, e crede.
     Che vostra Madre ingorda di natura
     Quando seguì la vostra impregnatura,
     8Non serbasse al Marito intera fede.
Io però, quanto a me, v'ho per Figliuolo
     Di legitimo Padre, e non le addosso
     11Tal reità, nè la sua fama involo;
Che se i C.... paterni a più non posso
     Travagliarono in due per farne un solo,
     14Stupor non è che 'l fessero si grosso.