Le dieci mascherate delle bufole mandate in Firenze il giorno di Carnovale l'anno 1565/Decima, e ultima Mascherata

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Decima, e ultima Mascherata

../Mascherata IX IncludiIntestazione 5 ottobre 2018 25% Da definire

Mascherata IX


[p. 46 modifica]

D E C I M A,  E  V L T I M A

Maſcherata

Fatta da' Mercanti della natione

s p a g n v o l a.


EE
N T R A T E che furono tutte le altre maſcherate in piazza, comparſe finalmente la Decima, et Vltima de' Mercanti Spagnuoli, la quale per la difficultà del muouerſi, & per l'ordine haueuano di fuochi lauorati (come ſi dirà) nell'arriuare suo, era sopraſtata alquanto nel corſo, tanto che tutte le altre entraßero, ſendoſi abbattuti a muouerſi & incontrarle a punto che dall'altra parte hor queſta, hor quella se ne entraua in piazza, nel modo che habbiamo detto. vennero le maſchere di queſti aſcoſe per tutta la ſtrada in una torbida nugola piena di fiamme, la quale era fatta con arte di tele nere lunga trenta braccia, & alta otto, noue in alcuni luoghi, & ſette di larghezza. Dentro a questa era vn carro, fatto in forma di trionfo ornato, & arricchito per tutto con maſchere, con termini, & altre piaceuolezze, appartenenti alla vaghezza dell'arte. Volgeua il detto triōfo la parte di dietro con tre faccie, in ciaſcheduna

[p. 47 modifica] [p. 48 modifica] [p. 49 modifica] [p. 50 modifica] [p. 51 modifica] [p. 52 modifica] [p. 53 modifica] [p. 54 modifica] [p. 55 modifica] [p. 56 modifica]

[p. 46 modifica]

D E C I M A,  E  U L T I M A

Mascherata

Fatta da' Mercanti della natione

s p a g n u o l a.


EE
N T R A T E che furono tutte le altre mascherate in piazza, comparse finalmente la Decima, et Ultima de' Mercanti Spagnuoli, la quale per la difficultà del muoversi, et per l'ordine havevano di fuochi lavorati (come si dirà) nell'arrivare suo, era soprastata alquanto nel corso, tanto che tutte le altre entrassero, sendosi abbattuti a muoversi et incontrarle a punto che dall'altra parte hor questa, hor quella se ne entrava in piazza, nel modo che habbiamo detto. vennero le maschere di questi ascose per tutta la strada in una torbida nugola piena di fiamme, la quale era fatta con arte di tele nere lunga trenta braccia, et alta otto, nove in alcuni luoghi, et sette di larghezza. Dentro a questa era un carro, fatto in forma di trionfo ornato, et arricchito per tutto con maschere, con termini, et altre piacevolezze, appartenenti alla vaghezza dell'arte. Volgeva il detto trionfo la parte di dietro con tre faccie, in ciascheduna

[p. 47 modifica] [p. 48 modifica] [p. 49 modifica] [p. 50 modifica] [p. 51 modifica] [p. 52 modifica] [p. 53 modifica] [p. 54 modifica] [p. 55 modifica] [p. 56 modifica]