Le pitture notabili di Bergamo/LVII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LVII - S. Carlo

../LVI ../LVIII IncludiIntestazione 27 aprile 2012 100% Pittura

LVI LVIII
[p. 115 modifica]

S. CARLO.


LVII.


SPettante al Pio Luogo del Soccorso, istituito nel 1612. da D. Regolo Bellotti Sacerdote per raccogliervi le Fanciulle Vergini pericolanti. La Chiesa fu eretta nel 1617. e Giovanni Emo Vescovo benedì la prima pietra. Nella Tavola dell’Altar principale decorosamente, e con somma eleganza dipinse il Cavagna la B. V. in alto coronata dall’Eterno Padre e dal Figliuolo, e alquanto più sotto il Santo Titolare sulle nubi in piede accanto a una bellissima Maria Maddalena, e dall’altra parte i SS. Francesco, e Caterina da Siena, osservandosi nel [p. 116 modifica]piano alcune Verginelle inginocchioni divotamente oranti, e vestite dell’abito del loro Istituto. All’Altare laterale colorì il Cifrondi con pastosa e vaga tinta, oltre a un buon giuoco di lume che piove da una gloria di Celesti Puttini, l’Angelo Custode che guida un’Anima al Cielo figurata sotto l’immagine di un innocente Fanciullo. Sopra l’Altare in mezzo all’ornato, fregiato ne’ lati di due Angeli a stucco di buona maniera, evvi un picciol Quadretto con un bel Redentorino, seduto in atto di benedire. Poco distante evvi a man destra la sontuosa e nobil Chiesa di

SANTO SPIRITO.